RESTAURO DI: articolazione ginocchio e polpaccio(TUTORIAL)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RESTAURO DI: articolazione ginocchio e polpaccio(TUTORIAL)

Messaggio  Giroplano il Sab 27 Ago 2011 - 23:16

Tornando al discorso delle ricostruzioni (che poi non é così fuori tema con l'argomento del Topic), vi mostro la ricostruzione effettuata con la vetroresina di un polpaccio di uno dei miei Capocannonieri (oltre che alla giuntura del ginocchio, ho visto che molti lamentano danni ai polpacci, quindi forse questo potrà esservi utile). In questo caso la parte di polpaccio ricostruita sarà quella superiore.
Il Capocannoniere fu il mio primo BJ e logicamente ha fatto la guerra.
Il problema grave era il polpaccio: da bambino mi ci ero accanito nella speranza di tirare fuori il moncone rotto dell'articolazione, col risultato di massacrarlo a martellate ed addirittura sciogliere col fornello da cucina la sagomatura della parte che va a contatto col ginocchio...diciamo che mi stavo appassionando alla riparazione, ma ero "un pò meno delicato di ora"!   Very Happy
La ricostruzione del perno di articolazione non presenta problemi (addirittura io non avevo più il monconcino che si inserisce nel ginocchio, avevo solo il cilindretto che va nel polpaccio, quindi l'ho ricreato usando un tondino di plastica della stessa misura), le istruzioni sul vostro forum vanno benissimo, ma ho reso più agevole e veloce il lavoro: anziché usare due chiodini da inserire come rinforzo tra i due pezzi rotti del perno dell'articolazione, ho usato una lama di rasoio (prendete una testina di un rasoio Gillette, facendo infinita attenzione, la rompete ed estraete le due lame interne...ragà, occhio perchè sono affilatissime anche quando sono consumate...), in questo modo, anziché centrare la sottile strisciolina di plastica della giuntura del ginocchio con due chiodi, viene molto più agevole conficcarci dentro la lametta del rasoio, che é più sottile e meno visibile, ma altrettanto resistente perchè é d'acciaio. La prendete con una pinza, la riscaldate sul fuoco e quando diventerà rossa, con molta attenzione centrate il punto di applicazione al centro del cilindretto che va nel polpaccio e lo forate. Poi estraete la lama e la riscaldate nuovamente per conficcarla poi definitivamente nel tondino che va nel ginocchio (spicciatevi perché é sottile e si raffredda subito, finché é calda entra come se la plastica fosse Stracchino, ma dopo vi attaccate al tram...).
A questo punto lasciate raffreddare e poi mettete dell' Attak sulla laminella e sul monconcino (che ormai sono un unico pezzo) e inserite la parte di lama che fuoriesce dal moncone (del cilindretto che va nel ginocchio) nel cilindretto (che avete forato prima come vi ho detto), unendo definitivamente le due parti. Se vorrete, dopo colerete dell'altro Attak da sotto dentro il cilindretto che va nel polpaccio, in modo da fissare la lama di congiunzione dall'interno del suddetto cilindretto. Et voilà, il perno dell'articolazione é rinato ed è più resistente di quello integro.
Ora bisogna ricostruire il polpaccio devastato e soprattutto la sagomatura che viene a contatto col ginocchio.
Si scartavetra, si eliminano le parti plastiche ormai inutilizzabili (il mio era accorciato, nel senso che da bambino, avendo sciolto a fuoco l'attacco col ginocchio, dovevo ridargli l'altezza giusta e la forma per non creare poi un Capocannoniere zoppo), allora si prendono le misure con un polpaccio non danneggiato, si vede quanto materiale manca e con della carta si crea un cilindretto che si inserisce nel foro di articolazione del polpaccio e ci si versa sopra dell'Attak, specialmente  sulla parte di carta che ne fuoriesce (adeguatamente tagliata alla misura desiderata...io ho dovuto rimpiazzare due millimetri che mancavano in altezza), in modo da dare consistenza al sottile strato di carta. A questo punto abbiamo creato una base da rivestire con vetroresina bicomponente...e lì ci vorrà un pò di manualità, perché la sagomatura comincia in linea di massima quando la vetroresina é ancora fresca e poi continuerà con carta vetrata quando questa si sarà asciugata.
A questo punto, con una limetta tonda sgombrate il foro del polpaccio dalla carta impregnata di Attak che ci é servita come appoggio per il rivestimento di vetroresina (non ci serve più, la sua funzione l'ha fatta nel sorreggere la resina che si andava asciugando, ora quel foro ci serve libero per metterci dentro la giuntura del ginocchio) ed inserite il perno di articolazione nel polpaccio, facendo attenzione a non fletterlo ed a non fargli fare forza. Se risulterà allargato il foro, meglio: ci metterete del Bostik, così il cilindretto della giuntura entrerà senza fatica ma poi non uscirà, così non rischierete di romperlo durante l'inserimento. Unite le due semimetà della coscia inserendo dentro l'altra metà della giuntura del ginocchio e guardate come gira.
Sicuramente dovrete lavorare di definizione, in modo da far notare il meno possibile la ricostruzione del polpaccio ed il ginocchio dovrà girare bene e senza impedimenti. Servirà parecchio lavoro di carta vetrata sulla vetroresina.
Fatto ciò, basterà riverniciare tutto il polpaccio.
Vi inserisco le foto del lavoro quasi finito (manca solo la vernice, siccome ho poco tempo, accumulo un pò di BJ da verniciare ed appena sono un pò tranquillo li dipingo tutti insieme in "catena di montaggio").
Come vedete, il polpaccio ha ripreso la sua forma, il ginocchio gira perfettamente e quando il tutto sarà riverniciato non si vedrà più nulla né della ricostruzione del perno, né di quella del polpaccio!  Wink  
Spero che questo discorso possa tornarvi utile.
 




avatar
Giroplano
.:: Dedito al Forum ::.
.:: Dedito al Forum ::.

Numero di messaggi : 578
Età : 44
Località : Palermo
Data d'iscrizione : 26.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum